Ranieri International CLF 22

CLF è l'altisonante acronimo di Cabin Luxury Fisherman, giusto per non voler nascondere le ambizioni, il risultato di questo debutto del cantiere Ranieri International su un tema difficile perché deve combinare esigenze professionali (di fatto i pescatori anche dilettanti sono sempre molto pretenziosi) con quelle più mirate allo svago e al relax.

Maggiori dettagli

Scheda tecnica

Lunghezza ft/Length overall (m) 6.60
Larghezza/Beam (m) 2.50
Dislocamento/Displacement (t) 1.50
Serbatoio carburante/Fuel tank (l) 240
Serbatoio acqua/Water tank (l) 80
Cabine/Cabin 1
Posti letto/Number bed 4
Portata persone/People capacity 8
Tipo motori/Type engines FB (1 o 2 motori)
Potenza motori/Power engines (cv/hp) 2x115 max
Omologazione CE/Omologation CE C
Prezzo/Price 2014 -
Prezzo/Price 2015 25.900 euro (senza motore)
Con dotazioni standard, Iva esclusa
Prodotto da/Produced by Ranieri International
Telefono/Telephone +39 0967 25839
Sito internet/Website www.ranieri-international.com

Descrizione / Description

Lo specchio di poppa è sgombro come deve essere per lasciare ai pescatori la possibilità di attrezzare il proprio regno come meglio credono. Il modello provato non aveva ancora montate tutte le attrezzature del caso, ma non è difficile immaginare che anche il più pignolo possa trovare la soluzione desiderata con tanto spazio, compatibilmente con la dimensione della barca, a disposizione.

A poppa il fuoribordo Suzuki DF175 è montato su una spiaggetta che si rivela utile anche per la risalita dal bagno. L’accesso a prua è garantito da due ben dimensionato passavanti e molto utile si rivela il tientibene ricavato sulla tuga.
La cabina è ben articolata con un lavello a dritta e lo spazio per allestire un pratico angolo cottura, mentre a pruavia si trova la plancia dotata di una seduta avvolgente e dello spazio per montare tutte le strumentazioni indispensabili per la navigazione ma soprattutto per la pesca.

A sinistra si allunga invece un divanetto che può diventare una comoda cuccetta come un’accogliente dinette, bastano poche manovre. Un’altra cuccetta è a pruavia, la possiamo definire a una piazza e mezzo quando viene montato l’elemento centrale che unisce i due letti a V. Sotto quello di dritta trova posto anche una ribaltina che apre il gavone per il wc chimico.

Il test
Un Maestrale con raffiche a 40 nodi ci costringe all’interno della baia di Olbia a sfiorare le boe dei mitili per provare il Ranieri CLF 22. Non che qui il mare fosse calmo, anzi. Ecco perché ho rilevato le velocità sia in favore di vento (ma soprattutto di onda) sia controvento per avere un resoconto più credibile.
Durante la prova ho apprezzato la tenuta stagna dell’abitacolo che mi ha salvato da numerose ondate che hanno invece inondato la coperta. Immagino che in condizioni di mare calmo si sarebbero potuti superare i 5800 giri che è stato il limite raggiunto, sorprendentemente in controvento, quando abbiamo superato anche i 27 nodi, mentre con vento a favore mi sono fermato a 5400 giri e 26,4 nodi.
Le velocità, come era del resto intuitivo, sono state migliori con onda e vento di poppa. I dati fonometrici con la cabina chiusa e sono di livello assoluto, considerando che una parte del rumore era causato dal vento e dal mare.

ENGLISH TEXT

Her name is CLF 22, acronym of cabin luxury fisherman, just to claim ther ambition, and it's the debut of Ranieri International in the difficult task of combining the needs of fishermen (who, although amateur, can be very demanding) with the ones more keen to leisure and relax.

The transom is clear as it should, in order to leave the gamers any chance to rig their reign as they want. Our test boat didn't mount all the gear, but it's easy to think that even the most demanding ones will find the perfect setup, also thanks to the large space available for the size of the boat.
The outboard engine, a Suzuki DF175, is mounted by a swim platform which allows an easy entrance into the water. Access to the foredeck is granted by the two wide passageways, and eased by a safe handrail on the deckhouse.
The cabin features a sink to the starboard, and enough space for a stove, while the helm station afore is faced by a dash where all the gauges and the instruments for navigation and gaming can easily fit.
On the port side, a long bench can be turned into a bunk or into a dinette, with some quick moves. Another bunk, with a queen size bed, is hosted in the front, and during the day it's a large dinette with V-shaped couch and center table. Under the starboard bench a tilting element covers the chemical potty.

The test
Northwest wind with gusts over 40 knots limits us to the Olbia bay, right by the mussel farms. The water is rough here as well, that's why I had to test the top speed upwind and downwind.
During the sea trial I appreciated the watertight pilothouse, leak-proof even when the biggest waves washed the deck. I believe that with lower waves it's possible to rev over our maximum reading of 5.800 rpm, reached upwind for a speed of 27 knots, while downwind the best result was 5400 rpm and 26.4 knots.
As expected, beside the top result the speed is normally higher with back wind and back waves. The noise in the pilothouse, according to the readings of our phonometer, is always extremely low, also considering that part of it is caused by wind and sea.